Tel. +39 0323 557116
NEWSLETTER  

I volti e il cuore

La figura femminile da Ranzoni a Sironi e Martini


DAL
25/03/2017
AL
01/10/2017


Palazzo Viani Dugnani, Via Ruga, 44 Verbania; Accesso disabili da Via Marconi

Curata da Elena Pontiggia, docente a Brera e al Politecnico di Milano, la mostra presenta la figura della donna e il mondo al femminile nell’arte figurativa tra la fine dell’Ottocento e la metà del Novecento.

Numerosi gli artisti esposti, a partire da Daniele Ranzoni, pittore della nobiltà e maestro indiscusso della Scapigliatura, quel movimento artistico – nato dopo la metà del 1800 – caratterizzato da una pennellata nervosa e agitata, proprio come i capelli di una chioma femminile scomposta, arricciata dal vento.

Un altro protagonista é il grande Mario Tozzi, artista internazionale che fonda a Parigi il famoso ‘Movimento dei sette’, con Campigli, De Pinsi, De Chirico, Savinio, Paresce e Severino – rimanendo legato alla sfera famigliare, ai sentimenti più semplici e veri per la moglie e la madre, principali modelli delle sue opere.

Del celebre Arturo Martini, unico scultore esponente del movimento artistico dei ‘Valori plastici’, viene presentata una selezione di opere che vanno dagli anni 20 agli anni 40, provenienti dal vasto e importante nucleo di opere di proprietà del Museo del Paesaggio.

Attraverso undici sezioni tematiche, la donna é celebrata come simbolo degli affetti di casa ed eroina della storia, come instancabile lavoratrice è appassionata amante. Alle opere provenienti dalla collezione del Museo del Paesaggio é accostata una speciale sezione dedicata a preziose opere di Mario Sironi, provenienti dalle collezioni di Cristina Sironi e Lodovico Isolabella: immancabile il periodo divisionista di Sironi, al quale risale la celebre opera Madre che cuce, e quello futurista della monumentale Vittoria alata, realizzata per l’Universtà La Sapienza di Roma.

Le affascinanti opere sono esposte nelle sale di Palazzo Viani Dugnani, storico edificio nobiliare settecentesco completamente rinnovato e ristrutturato per l’occasione.

 



Centro Studi Paesaggio

Visita il sito del Centro Studi del Paesaggio

Sostienici