Tel. +39 0323.557116
NEWSLETTER 

L’opera del mese

GUIDO BOGGIANI
(Omegna 1861 – Gran Chaco 1901)

Il Lago Maggiore dal Mottarone

1881, Olio su tela, 70×140 cm

 

 

 

 

 

 

 

 

A partire dagli anni Settanta dell’Ottocento il lago Maggiore divenne il luogo prediletto dei pittori naturalisti lombardi: il merito va a Filippo Carcano, che riuscì a trascinare in particolare nella zona del Mottarone gli amici e colleghi Umberto Dall’Orto, Eugenio Gignous, Mosè Bianchi e Leonardo Bazzaro.
A Stresa Carcano entrò in contatto con la famiglia del giovane Boggiani, che presto si trasferì a Milano proprio per seguire all’Accademia di Brera le lezioni del pittore, di cui divenne in breve tempo uno degli allievi prediletti. Sin dall’inizio degli anni Ottanta Boggiani ottenne in città un grandissimo successo, esponendo una serie di tele che ritraevano i panorami del Verbano.
Il lago Maggiore dal Mottarone – acquistato dal Museo del Paesaggio presso il fratello dell’artista, il colonnello Oliviero Boggiani – rappresenta una veduta lacustre piuttosto insolita: il lago infatti è confinato sullo sfondo e fa capolino soltanto tra le fronde dei castagni. Al centro della composizione, quasi mimetizzata con la vegetazione, compare una figura femminile con il capo coperto da un fazzoletto rosso che regge tra le braccia una fascina di legna.

Centro Studi del Paesaggio

Visita il sito del Centro Studi del Paesaggio

Sostienici