Home Collezioni
Italiano English

2014

Genius Loci.

I capolavori del Museo del Paesaggio a Villa Giulia

13 Giugno - 7 Settembre

Corso Zanitello 8, Verbania, Pallanza (VB)

Lunedì - Domenica

dalle 10,30 alle 22,00

Intero 5 euro

Ridotto 3 euro

Gratuito per i bambini fino a 8 anni, portatori di handicap, giornalisti, possessori dell'abbonamento Musei Torino Piemonte (TesseraMusei) e per quanti verranno a visitare la mostra nel giorno del loro compleanno.

Per prenotazioni e visite guidate 0323 556621 o mostre@museodelpaesaggio.it

 

La mostra che dal prossimo 13 giugno al 7 settembre 2014 sarà ospitata nei locali di Villa Giulia, sul lungo lago di Pallanza, segna l'inizio di una nuova fase del Museo del Paesaggio, più aperto, più giovane ed in dialogo con il territorio. L'orario ampio, dalle 10,30 alle 22, è stato scelto per venire incontro non solo ai turisti ma anche ai verbanesi.

Il pubblico potrà finalmente rivedere la storia del Museo del Paesaggio e di Villa Giulia, attraverso la pittura dell’Ottocento con Daniele Ranzoni e la Scapigliatura; Arnaldo Ferraguti, pittore e illustratore “verista”, spesso ricordato per la sua collaborazione con l’editore Treves (proprietario della Villa Cordelia) e la sua amicizia con Sophie Browne, pittrice e creatrice insieme al marito  della Villa San Remigio, dove fu ospitato Umberto Boccioni.

Ci saranno le opere di Guido Boggiani, pittore paesaggista ed esploratore in Amazzonia con accenni al naturalismo lombardo e alla  “Scuola di Gignese”; Paolo Troubetzkoy, scultore internazionale con riferimenti al fratello Pierre pittore ritrattista, al padre Piotr botanico di fama internazionale, alla Villa Ada, dove furono ospitati Ranzoni, Grandi, Cremona. Il legame intenso della mostra con il territorio sarà sottolineato anche dalla presenza di Achille Tominetti, interprete del paesaggio della Valle Intrasca e maestro di Pierre Troubetzkoy, per terminare con una sezione dedicata all’Ossola dipinta con opere di Ashton, Carpi, Gignous e Fornara. Il compito di raccontare il ruolo del Museo nel “secolo breve” viene lasciato ai quadri di Mario Tozzi, Siro Penagini, Adriana Bisi Fabbri e Arturo Martini.

L'opera "Sottobosco" di Lorenzo Peretti Junior, concessa dalla Collezione Poscio di Domodossola, segna l'inizio di un'importante collaborazione con la storica famiglia piemontese ed è il primo passo verso la costruzione di una rete culturale condivisa per il Verbano Cusio Ossola.

Il percorso di visita è arricchito dalla presenza di due splendidi quadri della Galleria Sabauda di Torino di Jules César Denis Van Loo. Le due vedute che ritraggono Torino ed i dintorni della Venaria Reale sono arrivati a Verbania in occasione dell'iniziativa "La Sabauda in tour per le città" promossa dalla Sovrintendenza Piemontese, in attesa della conclusione dei lavori del Polo Reale.

Segni di inizio. Opere per un Progetto.

Grafica e acqueforti a Casa Elide Ceretti

24 Maggio - 6 Giugno

Via Roma 42, Verbania, Intra (VB)

Giovedì e Venerdì dalle 16,00 alle 19,00

Sabato e Domenica dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 19,00 

La mostra di incisioni, evidenzia il rinnovato interesse del Museo del Paesaggio per l'arte contemporanea e la grafica.
La sede di via Roma accoglie una quarantina di opere, provenienti in parte dalla collezione privata di Mario Benedetti e Zlata Maltaric, e da singoli artisti che entusiasmati dal progetto, in segno di solidarietà al museo hanno donato le proprie opere. I lavori di Attilio Stefanoni, Calisto Gritti, Gianni Robusti, Joachim Schmettau, Jose Villa Lobos, Mario Nanni, Norman Gebauer, Paolo Ghilardi, Petra Meyerrose, Pierantonio Verga, Raimundo Sesma, Ryo Nakanishi, Josè Pepe Lazcarro Toquero, Roberto Kusterle, Hellinger Fritz, Ubaldo Rodari, Andrea Cillo, Antonella Lanzi, Barbara De Ponti, Baruch Vergara, Chiara Colombo, Cristian Boffelli, Daniela Musa, Daniela Pirola, David Francesconi, Davide Benati, Elio Bianco, Giancarlo Gorini, Giuseppe Anello, Giuseppe Buffoli, Hsiao Chin, Lorena Pedemonte, Piero Calignano, Silvia Bonanni, Valeriano Trubiani
Zé de Rochae e Mario Cresci offrono uno sguardo sulle diverse tecniche di incisione che l'artista utilizza per indagare il vasto e complesso mondo delle immagini.

Una riflessione in cui si intrecciano le atmosfere giovanili e la ricerca di nuove modalità grafiche per esprimere i ricordi. Il filo rosso è il segno grafico, forte e prorompente che permette di ricreare immagini parallele ed oniriche. Al termine della mostra, grazie alle collaborazione con il Brunitioio di Ghiffa, la sede ospiterà un corso di calcografia ed incisione di base diviso in sei lezioni, dalle 15:00 alle 19:00 che si svolgeranno a Casa Ceretti il 12, 13, 19, 20,  26 e 27 luglio.

 

 
© All Rights Reserved - MUSEO DEL PAESAGGIO via Ruga, 44 Verbania 28922
Powered by Netycom