Home Collezioni
Italiano English

Mostre passate

2014

Ecce Homo

La passione di Gesù raccontata dai santini del Museo del Paesaggio

5 Aprile - 31 Agosto

In occasione di Passio 2014 il Museo del Paesaggio di Verbania ha partecipato all'evento con un'esposizione di migliaia di santini della sua preziosa raccolta che attualmente ne annovera 120.000.
Il racconto della passione, morte e risurrezione di Gesù si snoda lungo le piccole immagini di devozione popolare, scritto nelle figure di centinaia di santini della collezione. E' una lettura straordinaria e inedita, grazie all'ampia possibilità di scelta tra i più significativi, relativi alla vita pubblica di Gesù, selezionati con cura dalla professoressa Maria Grazia Ottolini curatrice della collezione e della mostra. Ognuno di essi è la tessera di un enorme mosaico lentamente costituitosi nel tempo e che ebbe dalla Controriforma forte impulso: i santini, infatti vennero capillarmente distribuiti nell'arco di cinque secoli ai fedeli cattolici di tutto il mondo e costituirono quella che fu detta la Bibbia dei poveri.
Poiché è assai raro che siano disponibili per lo studioso in tale numero, il racconto assemblato ed esposto in mostra è un documento prezioso per l'analisi della catechesi popolare della passione di Gesù applicata dalla Chiesa Docente in mezzo millennio, ma con particolare riferimento agli ultimi due secoli poiché, evidentemente, i santini di quegli anni sono i più numerosi pervenuti alla collezione.
Poiché normalmente i santini non sono esposti, data la corposità della raccolta, ma sono visibili solo su prenotazione e parzialmente, dato il numero esorbitante di pezzi, la mostra offre la rara occasione di osservarne un certo numero con il vantaggio del commento scritto che aiuta la lettura dell'immagine inserita nel corretto contesto catechistico e religioso. L'esposizione mette in mostra non solo i santini più belli della raccolta dal punto di vista collezionistico, essendo altro l'argomento trattato, ma offre un ampio e interessante ventaglio di santini diversi per epoca, fattura, stile.
La professoressa Carmen Ugo di Alessandria, ha prestato anticipatamente una parte della sua pregevole raccolta che a suo tempo lascerà al Museo: saranno dunque in mostra numerosi oggetti tipici della religiosità popolare, oleografie, stampe, crocefissi, oltre a un’eccezionale raccolta di rosari - dei quali è una studiosa.

Segni di inizio. Opere per un Progetto.

Grafica e acqueforti a Casa Elide Ceretti

24 Maggio - 6 Giugno

Via Roma 42, Verbania, Intra (VB)

Giovedì e Venerdì dalle 16,00 alle 19,00

Sabato e Domenica dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 19,00 

La mostra di incisioni, evidenzia il rinnovato interesse del Museo del Paesaggio per l'arte contemporanea e la grafica.
La sede di via Roma accoglie una quarantina di opere, provenienti in parte dalla collezione privata di Mario Benedetti e Zlata Maltaric, e da singoli artisti che entusiasmati dal progetto, in segno di solidarietà al museo hanno donato le proprie opere. I lavori di Attilio Stefanoni, Calisto Gritti, Gianni Robusti, Joachim Schmettau, Jose Villa Lobos, Mario Nanni, Norman Gebauer, Paolo Ghilardi, Petra Meyerrose, Pierantonio Verga, Raimundo Sesma, Ryo Nakanishi, Josè Pepe Lazcarro Toquero, Roberto Kusterle, Hellinger Fritz, Ubaldo Rodari, Andrea Cillo, Antonella Lanzi, Barbara De Ponti, Baruch Vergara, Chiara Colombo, Cristian Boffelli, Daniela Musa, Daniela Pirola, David Francesconi, Davide Benati, Elio Bianco, Giancarlo Gorini, Giuseppe Anello, Giuseppe Buffoli, Hsiao Chin, Lorena Pedemonte, Piero Calignano, Silvia Bonanni, Valeriano Trubiani
Zé de Rochae e Mario Cresci offrono uno sguardo sulle diverse tecniche di incisione che l'artista utilizza per indagare il vasto e complesso mondo delle immagini.

Una riflessione in cui si intrecciano le atmosfere giovanili e la ricerca di nuove modalità grafiche per esprimere i ricordi. Il filo rosso è il segno grafico, forte e prorompente che permette di ricreare immagini parallele ed oniriche. Al termine della mostra, grazie alle collaborazione con il Brunitioio di Ghiffa, la sede ospiterà un corso di calcografia ed incisione di base diviso in sei lezioni, dalle 15:00 alle 19:00 che si svolgeranno a Casa Ceretti il 12, 13, 19, 20,  26 e 27 luglio.

 

 

2013

Giuseppe Verdi

Nelle collezioni del Museo e nella memoria della città

14 Settembre 2013 - 29 Agosto 2014

La mostra nata grazie alla preziosa collaborazione dell'Archivio di Stato di Verbania si è ben delineata quando, durante le ricerche su una delle opere presenti al Museo, in un fondo dell’Archivio si è trovata una busta contenente documenti e tracce del 27 gennaio del 1901, quando Verdi morì nel suo appartamento al Grand Hotel De Milan, a pochi passi dalla Scala.

In tutta Italia la notizia portò cordoglio e le città fecero a gara per tributargli omaggi. Anche Intra e Pallanza non furono da meno e per più di due mesi si susseguirono concerti, rappresentazioni teatrali e pubbliche conferenze. Grazie alla gentile concessione dell’Archivio i documenti originari di quel concitato e fecondo momento (appunti, lettere, locandine…) sono stati esposti, accanto a una raccolta di articoli usciti sui giornali intresi del tempo (“La Voce” e “La Vedetta”) e a una selezione di opere di Paul Troubetzkoy (1866-1938), tutte strettamente legate alla figura di Verdi: il ritratto di Caruso e quello di Fëdor Ivanovič Šaljapin, due grandi interpreti verdiani; due ritratti di D’Annunzio, amico del maestro e altri personaggi che oltre a essere riferibili in vari modi a Verdi sono però tutti ricongiungibili a Intra e a Pallanza. 

SCARICA IL CATALOGO DELLA MOSTRA

 

2011

150 anni di storia d'Italia

attraverso i libri per l'infanzia della Biblioteca Civica "Pietro Ceretti"

13 Maggio - 12 Giugno

Palazzo Biumi-Innocenti
Scarica la locandina

Inaugurazione

venerdi 13 maggio, ore 17.00
Marco Zacchera, Sindaco di Verbania
Lidia Carazzoni, Assessore alla Cultura della Città di Verbania
Ornella Galimberti, Direttrice del Museo del Paesaggio

ore 17.30
presentazione del volume "I libri per ragazzi che hanno fatto l'Italia"
a cura di Nicola Galli Laforest - Associazione 'Hamelin', Bologna

ore 18.00
visita guidata a cura della Biblioteca

sabato 14 maggio, ore 16.00
Viaggio in Italia
Roberto Anglisani legge brani scelti dalla letteratura per l'infanzia

sabato 21 maggio, ore 16.00
Ragazzi al Cinema!
Le avventure di Pinocchio, di Luigi Comencini (Italia, 1972), 128 min.

sabato 28 maggio, ore 16.00
Ragazzi al Cinema!
Cuore, di Luigi Comencini (Italia, 1984), 115 min.

sabato 4 giugno, ore 16.00
Ragazzi al Cinema!
La Freccia azzurra, di Enzio D'Alò (Italia, 1996), 93 min.

sabato 11 giugno, ore 16.00
Ragazzi al Cinema!
Clorofilla dal cielo blu,  di Jerko Tognola (1992)

 

Personaggi ed eventi del Risorgimento nel Verbano Cusio Ossola

13 Aprile - 8 Maggio

Palazzo Biumi Innocenti, salita Biumi n. 6
Verbania - Pallanza

Il Museo del Paesaggio presenta al pubblico un'altra mostra dedicata al 150° anniversario dell'Unità d'Italia.


L'esposizione, realizzata in collaborazione con il Model Club VCO, si intitola "Fratelli d'Italia. Personaggi ed eventi del Risorgimento nel Verbano Cusio Ossola" ed offre ai visitatori un interessantissimo dialogo tra oggetti originali dell'epoca (documenti, cimeli, armi, stampe e dipinti) e ricostruzioni modellistiche (figurini e diorami storici).
Da segnalare, in particolare, una sala dedicata alla Croce Rossa Italiana e la divisa originale di Francesco Perini, garibaldino di Luzzogno.
 

Il Risorgimento italiano nei manifesti murali

Palazzo Biumi Innocenti, Verbania - Pallanza

17 Marzo - 3 Aprile

Scarica la locandina
 

2009

I leponti e la via di Ercole

Celti e romani nella Gallia Cisalpina

18 Aprile - 9 Giugno

"La quarta mostra organizzata congiuntamente da Museo del Paesaggio e Model Club VCO è dedicata ai Leponti, antica popolazione di stirpe celtica che abitò l’Alto Verbano, l’Ossola e il Canton Ticino, e che alla fine del I sec. a.C. fu assoggettata dai Romani. Sono esposti sia reperti archeologici originali che modelli e figurini storici."

 

2008

Dal Santuario al territorio

Segni e percorsi di devozione alla Madonna di Re

22 Novembre 2008 - 11 Gennaio 2009

"Nel decimo anniversario della dedicazione del Parco Nazionale Val Grande alla Madonna del Sangue venerata nel Santuario di Re in Valle Vigezzo, e della costituzione del gruppo culturale "Le Donne del Parco", presso il Museo del Paesaggio è allestita una mostra riguardante la devozione alla Madonna di Re nel Verbano e nell'Ossola, con la presentazione di ex-voto dipinti, immagini e "santini"."

Un dialogo con la musica

Serigrafie di Antonio Calderara

5 Ottobre - 2 Novembre

"Tra arte visiva e musica esiste una relazione profonda e nel corso del Novecento diversi artisti, a partire da Kandinsky, hanno indagato questo rapporto. In questa ricerca si è inserito anche Antonio Calderara, che in diverse “edizioni” ha collaborato con musicisti e poeti per realizzare una sintesi – condotta atraverso il mezzo editoriale – tra immagini, testi e musica. In mostra 5  edizioni realizzate tra 1963 e 1974."

Alla difesa delle Alpi

Le truppe alpine e le fortificazioni della “linea Cadorna”

5 Aprile - 31 Maggio

“Per il terzo anno consecutivo la collaborazione tra Museo del Paesaggio e Model Club VCO conduce all’organizzazione di una mostra a tema storico nella quale convivono felicemente cimeli e soldatini, documenti e plastici, uniformi, modelli e figurini storici. Sulla Prima Guerra Mondiale, la “linea Cadorna” e il Battaglione Alpini Intra.”
 

2007

Antonio Calderara. L'opera astratta

10 Novembre 2007 - 10 Febbraio 2008

“Prima mostra mai dedicata al solo periodo creativo astratto di Antonio Calderara (1903-1978), artista vissuto sul lago d’Orta e che ha rivolto le ricerche al colore-luce. Il Museo del Paesaggio presenta 97 opere, tra oli su tavola e acquarelli, unitamente a un nutrito gruppo di edizioni grafiche nate dalla sua collaborazione con poeti, musicisti e letterati.”

Andrea Ruffoni. Opere

15 Settembre - 28 Ottobre

“L’esposizione presenta al pubblico, per la prima volta, le opere che Andrea Ruffoni (1925-1990) ha realizzato nell’ultimo periodo della sua attività creativa svolta interamente sull’Isola dei Pescatori del Lago Maggiore, luogo in cui è tornato nel 1976 dopo aver vissuto e lavorato per circa vent’anni in Germania, Francia e Austria.”

Pietre dimenticate

27 Giugno - 29 Luglio

“Il fotografo verbanese Roberto Toja documenta con suggestive immagini in bianco e nero il patrimonio architettonico e antropologico costituito dagli edifici tradizionali, costruiti in pietra, del territorio della media valle Ossola. Si tratta di architetture antiche, risalenti anche al Tre-Quattrocento, legate a una vita e a un’economia prevalentemente rurali.
La mostra si inserisce nell’ambito del festival LetterAltura.”

Garibaldi sul Lago Maggiore

Personaggi e fatti d’arme fra le due guerre d'indipendenza 1848-1859

15 Aprile - 31 Maggio

“Dopo il successo della collaborazione nel 2006 con l’associazione di modellisti Model Club VCO, viene riproposta la formula della mostra-concorso di soldatini in abbinamento all’esposizione di oggetti storici quali armi, divise, stampe e dipinti. Tema di quest’anno: Garibaldi, di cui si celebra in tutta Italia il bicentenario della nascita, e il Risorgimento.”
 

2006

Giardini di lago in Europa

Paesaggi culturali disegnati dall’acqua

30 Settembre - 31 Ottobre

“La mostra fotografica su pannelli, realizzata dall’Archivio Ville e Giardini del Museo del Paesaggio in occasione del Convegno Internazionale organizzato a Verbania nel 2006, propone meravigliose immagini relative a circa centosessanta giardini affacciati sulle sponde di laghi europei. Emergono punti in comune che possono costituire la base per poter valorizzare questo patrimonio paesaggistico europeo. La mostra è stata inoltre ospitata a Roma nella Sede della Regione Piemonte dal 19 al 21 maggio 2007".

Per saperne di più...

Arnaldo Ferraguti 1862-1925

Tra pittura e letteratura alla fine di un secolo

30 Settembre - 30 Novembre

“Il Museo del Paesaggio organizza la prima retrospettiva monografica dedicata ad Arnaldo Ferraguti, pittore che, sulla scia di Francesco Paolo Michetti, propone un verismo privo di denuncia sociale. Marito di una nipote dell’editore Emilio Treves – con la quale vive anche a Pallanza – diviene inoltre uno dei più noti illustratori italiani dell’ultimo Ottocento, accompagnando con i suoi disegni gli scritti di Edmondo De Amicis, Giovanni Verga, Gabriele D’Annunzio.”
 

La strada di Napoleone

1 Aprile - 30 Aprile

“In occasione del bicentenario della realizzazione della strada del Sempione, voluta da Napoleone Bonaparte, e del centenario della costruzione del traforo del Sempione, il Museo del Paesaggio, in collaborazione con l’associazione di modellisti Model Club VCO, organizza e allestisce un’esposizione di modellini, soldatini, figurini storici e cimeli napoleonici. Un modo inedito di raccontare la Storia.”
 

2005

Di echi di specchi

Fausto Pagliano opere dal 1985 al 2005

29 Ottobre 2005 - 1 Gennaio 2006

“L’esposizione accoglie venti anni di produzione artistica di Fausto Pagliano, artista che, nato a Genova nel 1942 e formatosi prevalentemente a Milano, dal 1990 vive e lavora profondamente a Montecrestese. Egli utilizza, anche contemporaneamente, tecniche diverse (pittura, fotografia, informatica, ecc.), nell’intento di catturare la complessità.”

La campagna ornata

Giardini storici in provincia di Cuneo

16 Ottobre - 4 Dicembre

Costigliole Saluzzo (Cn), Palazzo Sarriod de La Tour
“La mostra su pannelli, realizzata dall’Archivio Ville e Giardini del Museo del Paesaggio in collaborazione con l’Associazione Culturale Marcovaldo di Caraglio, propone al pubblico – non di soli specialisti – fotografie, nuove e vecchie, e documenti d’archivio relativi ai giardini storici della provincia di Cuneo. L’esposizione intende divulgare i risultati del censimento operato dai due Enti nel 2003, che ha portato alla schedatura di 139 giardini.”

Ex-voto

Dipinti votivi del santuario della Madonna del Boden nelle collezioni private e del Museo del Paesaggio

3 Luglio - 25 Agosto

“Il santuario del Boden a Ornavasso, paese ossolano di cultura walser, è uno dei più rinomati della provincia del Verbano Cusio Ossola. Da secoli l’immagine della Madonna del Boden ha fama di possedere poteri miracolosi, e il popolo ce ne ha reso testimonianza producendo una grande quantità di ex-voto dipinti. In mostra una significativa selezione.”

Vittore Grubicy De Dragon

poeta del divisionismo 1851-1920

16 Aprile - 25 Giugno

“Mercante d’arte, critico, pubblicista e pittore, Vittore Grubicy De Dragon è sotto diversi aspetti una personalità cardine nelle vicende del Divisionismo e, in generale, della pittura italiana a cavallo tra Otto e Novecento. A Miazzina, tra le alture dominanti il Lago Maggiore, acusticamente isolato dalla sordità di cui è affetto, realizza autentici capolavori, interpretando l’anima del paesaggio attraverso sommesse e “musicali” suggestioni.”
 

2004

Per un Atlante dei giardini del Piemonte

Criteri di lavoro per conoscere e valorizzare i giardini del Piemonte

27 Agosto - 24 Settembre

“La mostra su pannelli, ospitata presso il Museo del Paesaggio nel 2004 e in seguito esposta in diverse località del Piemonte, è stata realizzata dall’Archivio Ville e Giardini del Museo per promuovere la conoscenza, presso il grande pubblico, delle modalità operative con cui l’Archivio stesso sta conducendo la catalogazione dei giardini storici del Piemonte.”
 

2003

La cornice del Lago Maggiore

29 Agosto - 7 Settembre

Archivio di Stato Verbania
“La mostra, allestita nel palazzo che è sede dell’Archivio di Stato di Verbania, è organizzata da questo ente e dal Museo del Paesaggio. Propone una selezione di documenti d’archivio, i quali mostrano alcuni dei progetti di ville e giardini che nell’Ottocento hanno modificato il paesaggio della sponda piemontese del Lago Maggiore.”

Federico Ashton pittore della montagna

2 Agosto - 19 Ottobre

“Pittore ottocentesco di matrice romantica, il cui registro stilistico non muta all’esaurirsi di quella stagione artistica, Federico Ashton, schivo e solitario, percorre vallate e scala montagne alla ricerca del pittoresco, più raramente del sublime. Domodossola diviene la sua città di adozione, dalla quale è solito partire per scoprire e dipingere i più bei paesaggi ossolani e vallesani, interessati dal nascente turismo alpino.”

Re: Gli ex voto del santuario

Dipinti votivi dal seicento al novecento

1 Aprile - 28 Maggio

“L’esposizione, realizzata in collaborazione con il Santuario della Madonna del Sangue di Re, presenta una selezione di ex-voto dipinti provenienti da questo rinomato luogo di culto della valle Vigezzo. Gli ex-voto in mostra, che coprono un arco cronologico di quattro secoli, dal Seicento al Novecento, sottolineano quanto sia stata profonda la devozione popolare verso questa Madonna miracolosa.”
 

2001

Omaggio a Elide Ceretti

16 Dicembre 2001 - 17 Febbraio 2002

“Il Museo del Paesaggio rende onore, con questa mostra, a Elide Ceretti, pittrice dal percorso artistico votato allo studio della luce che, scomparsa nel 1996, ha lasciato le sue opere e i suoi beni al Museo del Paesaggio. I dipinti esposti sono in vendita e il ricavato servirà a finanziare i lavori di ristrutturazione della casa dell’artista a Intra, per farne – secondo le sue volontà testamentarie – un centro dedicato all’arte.”

Alberto Longoni nel paese dei senza perchè

30 Luglio - 14 Ottobre

“Alberto Longoni (1921-1991), artista milanese che nel 1986 si è definitivamente trasferito a Emo di Crodo, in Ossola, è una figura di pittore, disegnatore, autore e illustratore estremamente versatile e singolare. Sperimenta numerose tecniche – pastello, acquarello, incisione, disegno a penna – utilizzando materiali differenti – sabbia, carta, stoffa, cartone da imballaggio.”
 

2000

Antonio Gennari

Storie di piazza e chiesa, di morti e streghe

1 Luglio - 24 Settembre

“Opere che paiono piccole e brevi novelle di tono popolare e raccontate all’osteria, o meglio ancora rappresentazioni teatrali di gusto tragicomico, i dipinti di Antonio Gennari, sempre ambientati nella natia Val Vigezzo anche quando affrontano temi sacri, si differenziano dalla tradizione pittorica vigezzina per il contenuto dissacrante e provocatorio e per un vivace linguaggio figurativo che si può definire dialettale.”

Infinite vite infinite morti

1 Maggio - 11 Giugno

“Nella Chiesa di San Fermo a Pallanza il Museo del Paesaggio realizza una mostra dei designers Alessandro Guerriero, che nel 1976 fonda Alchimia, uno dei gruppi più vitali nell’evoluzione del design italiano di post-avanguardia, e di Alberto Biagetti, che con Guerriero apre nel 1996 l’atelier “Radiosity”.”
 

1999

Arturo Martini la scultura interrogata

Opere dal 1934 al 1947

5 Settembre - 31 Ottobre

“L’esposizione propone al pubblico oltre 50 lavori – sculture, medaglie, incisioni, disegni e dipinti – realizzati da Arturo Martini tra il 1934 e il 1947. In particolare, le 28 sculture (bronzi, gessi, terrecotte) fanno luce sulle ricerche dell’artista verso una spazialità nuova, giunto a soluzioni antitetiche rispetto alle sue opere più conosciute.”

Gino Bionda (1919-1986) acquerelli e gouaches

30 Maggio - 11 Giugno

“La mostra ospita solo una piccola parte delle migliaia di acquerelli, disegni e gouaches dipinte nell’arco di una vita dal gravellonese Gino Bionda, uomo che, abbandonato il lavoro di veterinario, si è dedicato all’attività artistica esplorando, come Klee, l’illimitato mondo delle forme con un senso incredibile dell’invenzione.”
 

1997

Madonna della Colletta in Luzzogno

5 Luglio - 13 Agosto

“La mostra ospita, oltre a 40 ex-voto dipinti (secoli XVIII-XX) provenienti dal Santuario della Madonna della Colletta in Luzzogno (Valle Strona), altri oggetti relativi al paese e al suo edificio sacro, tra cui vecchie fotografie, un plastico e piante del paese, nonchè la tipica tela di canapa tessuta a mano utilizzata per ricoprire la “Galleria” entro cui la statua della Madonna, ogni 3 anni, viene trasportata dal Santuario al paese.”

Disegni dell’infanzia di Andrea Vaccaro dal 1946 al 1951

5 Aprile - 17 Maggio

“La rassegna è dedicata ai disegni che Andrea Vaccaro, che a Pallanza nasce nel 1939 e trascorre parte dell’infanzia, realizza tra il 1946 e il 1951, quando cioè ha un’età compresa tra i 7 e i 12 anni; il visitatore può osservare la visione di un bambino in grado di cogliere in pochi tratti ogni elemento della realtà circostante, dagli adulti agli animali, dai giochi ai mestieri, dagli ambienti più disparati al circo.”
 

1996

Gian Maria Rastellini 1869-1927

28 Settembre - 27 Ottobre

“La mostra permette di riscoprire Gian Maria Rastellini, pittore vigezzino che, allievo di Enrico Cavalli presso la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore, ha orientato la propria produzione verso un naturalismo, talora di intonazione velatamente simbolista, che emerge pienamente dal percorso espositivo, costituito da ritratti di familiari o su commissione, nature morte, paesaggi vigezzini e marine.”
 

1995

Mario Tozzi 1895-1979

29 Luglio - 15 Ottobre

“Nel centenario della nascita di Mario Tozzi, il Museo del Paesaggio ne organizza la mostra antologica, premiata da consensi di critica e pubblico. Le 72 opere esposte consentono di ripercorrere il percorso creativo dell’artista che ha vissuto spesso a Suna (Verbania): da uno stile vicino all’impressionismo ad uno più classicheggiante, definito “metafisica naturale”, fino alla tensione verso l’astrazione.”

Hors d’oeuvre: installazioni nel Museo del Paesaggio di Verbania

17 Giugno - 16 Luglio

“L’Hors-d’Oeuvre (ossia l’antipasto) di arte contemporanea proposto, raccoglie negli ambienti del Museo alcuni artisti dell’ultima generazione, dediti alla pittura (si è parlato di “nuovo simbolismo”) e alle installazioni di matrice analitico-oggettuale: Corrado Bonomi, Ferruccio d’Angelo, Alessandra Galbiati, Mario Marucci, Mercurio, Mirko Petrossi.”

P.G.R. Per Grazia Ricevuta

Mostra di tavolette e dipinti votivi dal XVI al XIX secolo dalla collezione Eugenio Cefis

8 Aprile - 21 Maggio

“L’esposizione di ex-voto dipinti provenienti dalla raccolta di Eugenio Cefis, realizzata in circa cinquant’anni, ha costituito il primo passo verso la donazione al Museo del Paesaggio dell’intera collezione, che oggi costituisce il nucleo fondamentale della Sezione Religiosità, Arte e Cultura Popolare.”
 

1994

Trucchi di radianza

23 Luglio - 21 Agosto

“Le fotografie di Daniela Tartaglia nascono dalla contemplazione, prendono spunto dall’osservazione della natura – libera o coltivata: rami, foglie, serre, boschi – per suggerire confronti tra forme reali, attinenti alla vita quotidiana, e forme astratte, frutto dell’interiorità.”
 

1992

Carlo Cressini 1864-1938 paesista d’alta montagna

19 Settembre - 1 Novembre

“Partito da premesse post scapigliate, il lombardo Carlo Cressini si orienta ben presto verso un naturalismo di matrice carcaniana, a cui seguono opere di figura d’intonazione simbolista e infine l’adozione di una tecnica divisionista. Ascensionista dilettante, dipinge in prevalenza panorami alpestri, accordando la sua preferenza all’alta Ossola (Monte Leone, Alpe Veglia, Sempione, Monte Rosa).”
 

1991

Achille Tominetti 1848-1917

18 Agosto - 6 Ottobre

“Pittore-contadino che Antonio Massara, fondatore del Museo del Paesaggio, ha amato e ritenuto, per autenticità e semplicità agreste, “generato spontaneamente” dal lago e dalle montagne del Verbano, Achille Tominetti ha legato la sua esistenza a Miazzina dedicandosi ad una pittura che, tra naturalismo lombardo e accenni di divisionismo, ne ha proposto con costanza i paesaggi circostanti e il lavoro degli abitanti.”

 

1990

Paolo Troubetzkoy 1866-1938

29 Aprile - 29 Luglio

“L’ampia retrospettiva dedicata a Paolo Troubetzkoy (Intra 1866 – Suna 1938), scultore verbanese di origine russa, espone al pubblico circa duecento opere tra gessi, bronzi e marmi. E’ perciò offerta un’esaustiva panoramica sull’intero percorso creativo di un artista che, con un linguaggio scultoreo di ascendenza “impressionista”, si è dedicato principalmente a ritrarre l’élite cosmopolita della “belle époque”.”
 

1989

Carlo Manini

14 Ottobre - 26 Novembre

“In occasione della ricorrenza del 50° anniversario della fondazione del Comune di Verbania, il Museo del Paesaggio organizza una personale dello scultore verbanese Carlo Manini. Dell’artista, autodidatta, sono proposte circa 60 opere, realizzate con materiali diversi (metalli vari, marmi, graniti, terrecotte, ecc.), che ripercorrono 25 anni di produzione.”

Enrico Conti

30 Settembre - 31 Ottobre

“I dipinti proposti di Enrico Conti, verbanese per adozione, sono raggruppabili in due fasi: gli anni 1956-67, in cui si evidenzia dapprima una tendenza surreale influenzata da Klee e successivamente uno stile informale astratto caratterizzato da un’enfasi gestuale; gli anni 1968-80, in cui la rappresentazione di forze cosmiche viene resa con una tecnica più matura e con colori cangianti.”
 

1988

Leonardo Dudreville a Ghiffa

Dipinti dal 1942 al 1968

29 Ottobre - 27 Novembre

“Trasferitosi a Ghiffa nel 1942, Leonardo Dudreville ha stabilito con il Lago Maggiore un forte legame affettivo, consolidato dall’esercizio della pesca e della caccia. Questo legame si traduce, nella sua pittura, in una riscoperta e una completa adesione al realismo, di cui sono stati testimonianza i 51 dipinti – paesaggi, nature morte e ritratti – in mostra.”

Sull’acqua

10 Settembre - 9 Ottobre

“La mostra fotografica, dedicata al tema dell’acqua, propone le opere di 5 fotografi contemporanei: Vincenzo Castella, Vittore Fossati, Guido Guidi, Arno Hammacher e Fulvio Ventura, accomunati dalla riflessività e dall’osservazione silenziosa, a volte anche minimalista, del paesaggio.”
 

1987

Misure del Paesaggio

10 Ottobre - 8 Novembre

“Con questa esposizione il Museo del Paesaggio mostra al pubblico le opere di 8 giovani fotografi – Giampietro Agostini, Marco Baldassari, Carlo Barbon, Moreno Gentili, Nicola Lorusso, Martino Marangoni, Massimo Trenti, Marco Zanta – che, con impostazioni differenti ma un comune approccio alla ricerca, hanno indagato il paesaggio, la natura, il territorio.”

Sassu. Il paesaggio

4 Luglio - 16 Agosto

“Nei dipinti di paesaggio presentati, e quasi totalmente inediti, il colore esprime pienamente il rapporto della personalità del grande artista italiano Aligi Sassu con una natura da contemplare (dalla contemplazione ha origine il mito; i miti del mare, del sole, delle isole, delle foreste), ovvero intesa come luogo di proiezione dell’attività spirituale dell’individuo.”
 

1986

Giovanni Battista Ciolina

Umanita’ e paesaggi della Val Vigezzo

14 Settembre - 2 Novembre

“La rassegna dedicata al pittore vigezzino Giovanni Battista Ciolina (1870-1955), allievo di Enrico Cavalli presso la Scuola di Belle Arti di Santa Maria Maggiore e in seguito dedito ad una pittura divisionista, ne mette in luce, attraverso un percorso espositivo scandito da 59 opere, la ricerca del “vero”, perseguita principalmente attraverso la “verità del colore”.”

Obscura, la natura riflessa

2 Agosto - 10 Settembre

“Le opere esposte sono accomunate dal tema della natura e il fotografo Paolo Gioli, impegnato in ricerche di stampo sperimentale sulle tecniche e sui materiali, le ha realizzate a Verbania utilizzando da un lato camere a foro stenopeico (strumenti antichi) e dall’altro supporti sensibili derivati da raffinate tecnologie. L’operazione stimola riflessioni sulla natura stessa della visione e della rappresentazione.”

Il colore nell’ambiente costruito

24 Maggio - 28 Giugno

“Molto spesso nel recupero dei centri storici si interviene salvaguardando le volumetrie generali, trascurando invece il colore e l’insieme cromatico dell’ambiente. La mostra, che propone al pubblico il Piano di coordinamento cromatico della città di Omegna, redatto dall’autore, individua precise metodologie per un approccio culturale e un intervento operativo.”

Architettura romanica

Problemi di conservazione e tutela nel novarese

19 Aprile - 11 Aprile

“L’esposizione di 20 pannelli esplicativi illustra – con didascalie, fotografie, rilievi – i restauri di monumenti architettonici di età romanica condotti dalle Soprintendenze della Provincia di Novara (di cui faceva parte il territorio dell’attuale Provincia del Verbano Cusio Ossola); altri 22 pannelli mostrano le testimonianze di architettura romanica situate nel Comune di Verbania.”
 

1985

Matteo Mantegazza dipingeva fotografando

26 Ottobre - 29 Ottobre

“Nel 1984 i figli del fotografo Matteo Mantegazza (1885-1971) donano al Museo del Paesaggio un consistente nucleo di opere fotografiche realizzate dal padre. La mostra ne individua una selezione, composta da lastre “Autochrome” (procedimento Lumière), tricromie, lastre stereoscopiche, stampe con viraggio, tutti momenti di ricerca del pittoricismo nella fotografia.”

Paolo Monti

Laboratorio ossolano

17 Agosto - 22 Settembre

“L’esposizione propone una selezione di immagini che Paolo Monti (Novara 1908 – Milano 1982), grande sperimentatore nel campo della fotografia, ha realizzato nella amata Ossola: pietre, acque, alberi, particolari della vita vegetale, montagne, cieli, con la consapevolezza delle possibilità del mezzo fotografico nella conoscenza della natura.”

Siro Penagini

15 Giugno - 31 Luglio

“La mostra antologica di Siro Penagini (1885-1952), pittore vissuto a Solcio di Lesa,  presenta al pubblico 53 dipinti e 45 disegni. La rassegna consente di rivalutare il valore di un artista, in precedenza misconosciuto anche per via di una vita solitaria e riservata, che ha elaborato un linguaggio dotato di elementi alternativi al Novecentismo dominante.”

I fiori e la seta

12 Maggio - 1 Giugno

“La mostra porta alla conoscenza del pubblico un progetto, elaborato da un gruppo di architetti, di una borsa dei fiori a Meina negli stabili della ex Cascami Seta. L’esposizione, preceduta da un discorso introduttivo sull’archeologia industriale e sulla floricoltura locale, entra nel vivo con la documentazione storica e i rilievi grafici e fotografici dell’edificio industriale abbandonato.”
 

1984

Per veder Verbania

11 Agosto - 16 Settembre

“L’esposizione di 60 fotografie realizzate da Giorgio De Sordi, Giuseppe Lisi, Giuliano Scavini e Tonino Zanfardino (componenti del Fotocine Club Verbania) propone la lettura dell’ambiente di una cittadina di provincia – Verbania, per l’appunto – attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.”

Gignese en plein air

5 Maggio - 24 Giugno

“La mostra è dedicata ad un gruppo di paesaggisti lombardi che, negli ultimi decenni dell’Ottocento, scelgono Gignese, piccolo paese alle pendici del Mottarone, come “atelier” naturale per le loro ricerche sul paesaggio: Filippo Carcano, Mosè Bianchi, Eugenio Gignous, Uberto Dell’Orto, Pompeo Mariani, Leonardo Bazzaro, Eleuterio Pagliano, Achille Formis, Guido Boggiani.”
 

1983

Quattro a Verbania, per non parlar del lago

13 Agosto - 11 Settembre

“Dopo aver istituito al suo interno una Sezione Fotografia, destinata a raccogliere la documentazione fotografica passata e attuale relativa all’ambiente verbanese, il Museo del Paesaggio organizza questa mostra in cui vengono proposte immagini fotografiche di Verbania realizzate per l’occasione da quattro grandi fotografi italiani: Luigi Ghirri di Modena, Natale Zoppis di Verbania, Gabriele Basilico e Francesco Radino di Milano.”
 

1982

La pittura di Luigi Bolongaro

8 Maggio - 13 Giugno

“Il Museo del Paesaggio, insieme all’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Verbania, realizza la prima mostra antologica di Luigi Bolongaro (1874 - 1915), pittore vissuto prevalentemente nella natia Stresa e a Varzo. I 76 dipinti in mostra consentono di ripercorrere lo sviluppo artistico di questo artista dimenticato, dedito ai temi fondamentali del ritratto e del paesaggio.”
 

1981

Miazzina 1910 nell’obiettivo di Erminio Meschia

18 Ottobre - 1 Novembre

“Il Museo del Paesaggio espone fotografie originali e ingrandimenti ricavati da lastre cm 9 x 12 realizzati dal fotografo e pittore Erminio Meschia (1868-1928) dopo il 1910, anno in cui lascia Milano per ritirarsi a Miazzina, paese d’origine della sua famiglia, dove instaura una collaborazione artistica con Achille Tominetti.”
 

1979

1909-1979. Settantesimo della fondazione

Mostra omaggio al pittore Achille Tominetti

27 Ottobre - 11 Novembre

"In occasione del settantesimo anniversario della fondazione del Museo del Paesaggio, l’ente culturale verbanese si presenta al pubblico con un allestimento rinnovato e con una mostra omaggio ad Achille Tominetti, pittore di Miazzina amato dal fondatore Antonio Massara per l’autenticità e la semplicità agresti.”

La Piana di Fondotoce: un Parco Naturale?

7 Aprile - 25 Aprile

“La mostra, attraverso l’esposizione di fotografie, mappe e documenti, pone all’attenzione del pubblico il problema della tutela della Piana di Fondotoce, l’ultimo lembo di territorio rimasto naturale sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.”
 

1976

Aptico, il senso della scultura

11 Luglio - 15 Settembre

“«Aptico» è la seconda biennale di scultura contemporanea organizzata dal Museo del Paesaggio, alla quale partecipano artisti del calibro di Lucio Fontana, Fausto Melotti, Piero Manzoni, Luciano Fabro, Hidetoshi Nagasawa, Athos Ongaro, Giulio Paolini, Fernando Melani.”
 

1974

Scultorincontro verbania 74

15 Giugno - 15 Settembre

“Nel 1974 il Museo del Paesaggio organizza la prima rassegna di scultura all’aperto, alla quale partecipano 40 scultori, italiani e stranieri, tutti di grande prestigio e dediti alle più disparate ricerche nel settore dell’arte contemporanea. Le opere di maggiori dimensioni, collocate sul lungolago di Pallanza, instaurano con il paesaggio nuovi e avvincenti dialoghi.”
 

1973

1800: Verbano dimenticato

27 Maggio - 10 Giugno

“Questa esposizione è la prima iniziativa del nuovo gruppo nominato dal Consiglio Comunale alla gestione del Museo del Paesaggio. Dal censimento del patrimonio museale emergono i documenti in mostra alla Casa della Cultura di Intra: stampe, disegni, olii e manifesti dell’Ottocento riguardanti Verbania e il Verbano.”
 
© All Rights Reserved - MUSEO DEL PAESAGGIO via Ruga, 44 Verbania 28922
Powered by Netycom