Home Collezioni
Italiano English

Antonio Massara

Antonio Massara (Meina 1878 – Como 1926), di famiglia novarese e laureato in lettere e in filosofia, giunge a Pallanza nel 1904 per insegnare al Regio Ginnasio.

Egli – che già a Novara ha condotto importanti studi sulla cultura locale (il filosofo Pier Lombardo, la cultura popolare, il pittore Gaudenzio Ferrari) - individua nel paesaggio il maggiore valore del territorio del Verbano, valore che egli ritiene minacciato nelle sue forme autentiche dal turismo, dall’industria e dalla speculazione edilizia.

Convinto che la difesa del paesaggio si possa raggiungere non “dall’alto”, con le costrizioni delle leggi, ma “dal basso”, ossia con la presa di coscienza da parte della popolazione, avvia un’opera di sensibilizzazione e divulgazione che sfocia, nel 1909, nella costituzione di due strumenti destinati a tale scopo: una rivista, “Verbania”, e un museo, il “Museo Storico e Artistico del Verbano e delle Valli adiacenti”, poi denominato Museo del Paesaggio. E il “suo” museo accoglie le opere di quegli artisti in grado di comunicare l’anima del paesaggio verbanese, tra cui Gignous, Boggiani e l’amato Tominetti.

Antonio Massara viene nominato Consigliere dell’Associazione Nazionale per i Paesaggi e i Monumenti Pittoreschi d’Italia nel 1909 e Consigliere del Comitato Nazionale per la Difesa del Paesaggio e dei Monumenti Italici nel 1913.

© All Rights Reserved - MUSEO DEL PAESAGGIO via Ruga, 44 Verbania 28922
Powered by Netycom